Logo di Musica Digitale
Colonne Sonore, Musica da Film e Canzoni con Strumenti Virtuali e Sequencer Midi

Cubase 7: Editing degli Accordi (Chord Editor)

15/12/2012, di Susanna Quagliariello, Sezione Sequencer Midi e DAW

L’Editing degli Accordi di Cubase 7 ha più usi di quanto non sembri. Per rendercene conto partiamo con un esempio pratico.

Qual è la canzone che ascolti di più sull’iPod? Canticchiala mentalmente. Quello che stai facendo è ripetere la melodia del brano. Ma tutta la parte musicale su cui poggia, gli accordi che la sostengono, sono l’armonia.

Per chi ha preso qualche lezione di pianoforte: l’armonia è la parte suonata in genere dalla mano sinistra, mentre alla destra viene assegnata la parte melodica.

Anche se non ci facciamo caso, gran parte del fascino di un brano è dato dal modo in cui gli accordi accompagnano il motivo.

Non ci credi? Prova a sentire questo brano:

Materiale inserito a fini didattici ai sensi dell’Art. 70 L.633/41

A cosa serve una progressione armonica?

Dai primi accordi, prima ancora che entri la voce a cantare la melodia, il nostro orecchio capisce di che genere si tratta.

E questo succede proprio grazie agli accordi, o meglio: grazie all’ordine in cui un accordo segue l’altro, che in questo caso è l’ordine specifico del blues.

In gergo musicale questa catena di accordi si chiama progressione armonica. Un’espressione che sembra complicata ma che indica qualcosa che in realtà conosciamo benissimo: nel video accade che il nostro orecchio segue intuitivamente le progressioni, le riconosce, e spesso riesce ad anticipare quale sarà il prossimo accordo.

In Cubase, questi aspetti sono gestiti in modo semplice e intuitivo da Chrod Track e Chord Editor, che possono:

  • Riconoscere gli accordi in modo da gestire l’armonia del brano anche se non sai nulla di scale, intervalli e alterazioni
  • Suggerire gli accordi più adatti in base al genere del brano, o in base agli accordi che hai già usato
  • Modificare l’armonizzazione di una traccia o di un brano intero in pochi click

Nella stessa finestra avrai tutti gli strumenti per sperimentare accordi e progressioni, e modificare ogni particolare dell’esecuzione.

Insomma, una vera benedizione per tutti i compositori e in particolare per chiunque non abbia un’educazione musicale formale.

Il segreto di X Factor e Glee

Con l’armonia i musicisti giocano molto. Lo sa bene chi segue trasmissioni come X Factor o The Voice of Italy. Quando un concorrente reinterpreta un brano famoso, spesso canta un brano con una melodia identica all’originale e gli accordi modificati.

Questo serve ad adattare la canzone allo stile del concorrente, ad esempio rendendo jazz una canzone che originariamente era rock, ma anche solo a dare un’aria nuova a un vecchio classico.

Tra le serie televisive gli esempi più famosi di riarrangiamenti sono quelli in Glee: per adattare le canzoni cantate da Rachel e dai suoi amici ai gusti di un pubblico giovane non si cambiano solo gli strumenti usati ma spesso si interviene per rendere la struttura armonica più vicina al genere pop.

E c’è chi sull’arrangiamento di un pezzo di Katy Perry ha creato un video che ha conquistato la rete, come ho raccontato in questo articolo sulla storia di Anthony Vincent.

Il problema è che costruire un accordo non è così scontato. Tutti sappiamo distinguere a orecchio un accordo maggiore (che dà un senso di ottimismo e completezza) da uno minore (che esprime malinconia), ma che dire di terminologie più complesse come “accordo di sesta eccedente tedesca” o di sigle come “Fmaj7/#5”?

shyfox-cartone-accordi

In pochi minuti di lavoro col Chord Editing possiamo gestire alla grande tutta questa complessità.

Il Chord Editing di Cubase passo dopo passo

L’interfaccia del Chord Editing è intuitiva e si fa presto a capire come funziona. Anzitutto scrivo una traccia midi in Cubase. Nell’esempio ho registrato una semplice parte per pianoforte.

Con un doppio click visualizzo la traccia in dettaglio ed ecco che si apre la classica rappresentazione degli editor midi: una grande zona centrale nella quale ogni nota è rappresentata da un trattino, con a sinistra una tastiera di riferimento per capire subito di che nota si tratta.

chord-editor-pianoLa finestra del Key Editor di Cubase 7

A sinistra della finestra principale ci sono i comandi che servono a gestire e modificare le note midi. Controllano cose come il modo in cui viene suonata ogni nota, il punto esatto in cui si trova o la tonalità del brano.

La tab che ci interessa è la terza, quella del Chord Editing. Clicco per aprirla e poi seleziono le prime note del brano. Le note selezionate diventano grigio scuro.

chord-editor-selezioneLa tab del Chord Editing

Il Chord Editing riconosce subito l’accordo: in questo caso si tratta di un Dmin, cioè di un accordo di re minore.

Se volessi cambiare questo accordo non avrei che da scegliere tra quelli proposti nella tab più in basso, alla voce Triads: in questo momento la sigla selezionata è min, perché minore è l’accordo che ho chiesto di riconoscere.

Mettiamo che avessi bisogno di un accordo di quarta sospesa: sempre con le note selezionate premo il tasto sus4 (che è la sigla che indica questo tipo di accordo), ed ecco che le note si riposizionano. Sono partita da un Dmin e ho ottenuto un Dsus4.

chord-editor-accordo

Funzioni avanzate del Chord Editing di Cubase

All’interno della finestra del Chord Editing ci sono funzioni più avanzate, che permettono infinite variazioni di un accordo di base, ad esempio cambiando la posizione della fondamentale, cioè della nota più grave di un accordo.

A questo va aggiunta la Chord Track (Traccia Accordo in italiano), un tipo di traccia che dalla finestra principale del programma riconosce e visualizza tutti gli accordi utilizzati e suggerisce altri accordi in base al genere del nostro brano o alle indicazioni che gli forniamo.

Insomma, un vero manuale di armonia pronto all’uso.

Il lato creativo del Chord Editing

Tutti questi aiuti non ci trasformeranno certo in compositori di colonne sonore per Hollywood, ma rappresentano un enorme risparmio di tempo per chi voglia cimentarsi nella composizione, ed è un incoraggiamento per chi pur non essendo ferrato nella teoria vuole che i suoi brani abbiano una struttura armonica più complessa e interessante.

Con la Traccia Accordo, inoltre, puoi scoprire e sperimentare accordi che non avresti saputo costruire o ai quali non avresti pensato, trovando ispirazione.

Aiutiamo l’ispirazione

In una composizione, ogni volta che aggiungiamo un nuovo accordo tracciamo un pezzo del percorso del nostro brano.

È come tracciare il binario di un treno: ogni segmento aggiunto costruisce un segmento del tragitto e esclude altre possibilità. Non è un caso che la catena degli accordi si chiama progressione.

A volte dobbiamo provare e riprovare una progressione prima di trovarne una che ci convinca. Con il Chord Editor e la Traccia Accordo, invece, seleziono un accordo qualsiasi e posso in un attimo fare un giro tra i possibili cambiamenti proposti. A ogni nuova scelta torno indietro e sento come il nuovo accordo si inserisce nella parte che ho già scritto.

In questo modo uso Traccia Accordo e Chord Editor non per conoscere quello che esiste già, ma per immaginare quello che potrebbe essere.

E in fondo è proprio questo il senso della tecnologia applicata alla musica: non un modo per rendere fredda e anonima la composizione ma, al contrario, una grande risorsa per stimolare la creatività.

Susanna Quagliariello Autrice pubblicata, laurea in Storia e Critica del Cinema, master di alta formazione, licenza triennale al conservatorio, certificazione Berklee di Composizione e Orchestrazione per Musica da Film. Susanna è amministratore di VFX Wizard srl e direttore dell'Accademia di Cinematografia Digitale FaiStrada®.

13 commenti

  1. steve zerbysound |

    ho cubase 6.5 , ed a breve passerò al 7, visto le tante nuove potenzialità.

  2. Likemusic |

    Brava. molto chiara la spegazione del senso della funzionalità e della meccanica di esecuzione…tutto in poche righe!

  3. ivano |

    salve a tutti la stessa cosa vale anche per chi possiede cubase LA AI elements 7 poiché io non riesco a trovare il chord editor mentre invece vedo qualche funzione come traccia accordi quando poi apro per aggiungere una traccia midi mi da solo 2 opzioni chord memorizer ed arpeggiator forse devo fare upgrade e passare a cubase 7???

  4. Susanna Quagliariello |

    Ciao.
    La Chord Track è presente sia in Cubase LE che in Cubase AI che in Cubase Elements7.
    (Rispetto a Cubase 7 dovrebbero mancare solo degli strumenti come il Chord Assistant.)

    Prova a selezionare da Project > Add Track > Chord (in italiano: Progetto > Aggiungi Traccia > Accordo).
    Poi, con lo strumento “matita”, clicca nella Traccia Accordo appena aperta, in modo da ottenere delle X. Se adesso fai doppio click sulla X dovrebbe aprirsi la finestra del Chord Editor.

  5. BRUNO |

    Buonasera Susanna, ho da poco CUBASE AI 7 e vorrei utilizzarlo solo per registrare le canzoni con la mia voce dal karaoke e risentirle, che è il problema principale: non si sentono le registrazioni che io faccio, ho delle difficoltà, mi saprebbe spiegare i passaggi principali? La ringrazio!

  6. Susanna Quagliariello |

    Salve Bruno, i passaggi principali sono questi:
    – importare la traccia con la base
    -aprire una traccia audio. La traccia per default è armata, cioè abilitata alla registrazione: si vede dal pulsante in rosso appena sotto il nome della traccia
    -premere il tasto Rec

    Se non funziona, può essere un problema di configurazione della scheda audio (piuttosto comune su Windows).

  7. Andrea |

    Ciao mi trovo alle prese con la traccia accordi. Poniamo che ad un certo punto il brano si alzi di un tono. La domanda è, una volta copiati gli accordi nella prima tonalità posso poi selezionandoli alzarli di un tono. Parlo della traccia accordi. Se traspongo in midi so come fare ma volevo sapere se è possibile nella traccia accordi.
    Saluti e grazie.

  8. Andrea |

    Ciao, avrei una domanda sulla traccia accordi. Avrei l’esigenza ad un certo punto di un brano di alzare di un tono il pezzo e quindi la traccia accordi. E’ possibile farlo in modo rapido o devo riscriverli uno per uno?

  9. luciano |

    Ciao Susanna
    prima di farti una domanda, passo ai complimenti
    davvero un sito utile e ben spiegato, altri dovrebbero prendere esempio da te
    ma ora passo alla mia domanda:
    Possiedo CUBASE 7 , avrei l’esigenza di costruire un arrangiamento funky su di una take vocale,quindi un progetto dove non esiste nulla,apparte la traccia vocale,solitamente la chord editing la utilizzo su di un arrangiamento o bozza dove già parto da un linea di accordi e strumenti, ma in questo caso come potrebbe aiutarmi?
    spero d’essere stato chiaro
    grazie
    luciano

  10. Susanna Quagliariello |

    Ciao Luciano, non credo purtroppo che potrai ottenere buoni risultati. Ciò che puoi provare a fare è di ricavare gli accordi dall’audio (funziona come la trasformazione di audio in note midi). Però ripeto, il risultato non può essere pulito come se avessi una traccia di accordi precisa. Dovrai intervenire su ogni accordo manualmente, ma è un inizio.

  11. MAXTUNI |

    MA LA TRACCIA ACCORDO FUNZIONA SOLO CON I MIDI O ANCHE CON I LOOP WAVE?

  12. ivano |

    cara susanna ho provato quello che dici tu la traccia accordo esce ma ovviamente se manca il chord assistent non ti da nessun suggerimento su come sostituire l’accordo in questione saluti e grazie per i tutoria sempre molto chiara

css.php