Musica Digitale: musica Midi, strumenti virtuali e Cubase

Risposte semplici su midi sequencer, mixing audio, strumenti virtuali

Che cosa è un sequencer MIDI

06/01/2010, di Susanna Quagliariello, Categoria Sequencer

Un sequencer Midi è un dispositivo hardware, o più spesso oggi un software, che consente di registrare e modificare una performance musicale.

Con registrare, non si intende la registrazione di suoni. Il sequencer, infatti, registra le note e i loro attributi:
  • la durata di ciascuna nota
  • l’intensità con la quale deve essere suonata
  • le pause
  • molti altri dettagli come espressione, distorsione, etc.

sequencer-midi

Il protocollo MIDI

Per far questo, il sequencer adopera un formato standard: il MIDI, che sta per Musical Instrumental Digital Interface. Come già detto, il midi descrive solamente informazioni sul brano. Per questo i file midi sono così piccoli.

Un paragone potrebbe essere la differenza di dimensioni tra un testo inviato per email, e lo stesso testo inviato in attachment come immagine grafica dello schermo.

Al momento di riprodurre un brano Midi in modo che sia possibile ascoltarlo entra così in gioco un altro componente: il virtual instrument o synth. Questo può essere estremamente semplice, come quelli forniti di serie dai sistemi operativi, oppure  un software dedicato come la MOTU Symphonic Orchestra che contiente gigabyte di campioni o samples, cioè registrazioni di veri strumenti.

Ma i sequencer software sono quasi sempre in grado di lavorare anche sull’audio digitale e quindi di registrare, modificare e riprodurre anche performance registrate da microfoni, come la voce del cantante in un brano.

10 commenti

  1. Gi.Bi. |

    Ho sul mio computer il software Musescore, ho una tastiera D50 Roland di alcuni anni fà, per poter collegare il computer e la predetta tastiera in modo che dalla medesima utilizzo quel programma musicale cosa devo fare e come? sono a digiuno completo della materia, mi puoi aiutare? Grazie.
    Gibi

  2. Susanna Quagliariello |

    Guarda, ho dato uno sguardo a wikipedia e la Roland D50 ha MIDI in e out. Quindi ti serve un adattatore usb-MIDI che sia compatibile col Mac. A questo punto dovrebbe funzionare (non conosco Musescore ma non dovrebbero esserci problemi). Benvenuto!

  3. Susanna Quagliariello |

    Ciao Alberto, penso esistano ma non ho mai usato sequencer open source.

    Dipende anche da cosa hai intenzione di farci: tieni conto che non esistono strumenti virtuali professionali (per capirci: come le Hollywood Strings della EastWest) open source, quindi prima o poi ti ritroveresti comunque a ricorrere a prodotti commerciali.

    Se hai un mac, GarageBand è un ottimo sequencer free e ci fai praticamente di tutto.

  4. fren78 |

    Ciao Susanna,
    sono rimasta affascinata da questo sito e dalla semplicità e chiarezza con cui riesci a spiegare argomenti così complessi e tecnici… complimenti!
    Mi piace comporre canzoni, una volta avevo un gruppo, ora non più, ma pochi anni fa ho scoperto la magia di registrare i miei pezzi col computer… ho sempre usato GarageBand e pian pianino ho preso confidenza e lo ritengo un programma pratico, intuitivo e molto divertente! L’unica cosa di cui mi sono accorta è che il file finale ha problemi di volume e quando ascolto i miei brani insieme ad altri mi accorgo della differenza e devo alzare il volume quasi del doppio per avere lo stesso effetto, ma ovviamente la qualità ne risente… Ora mi sono regalata una buona scheda audio (Streinberg UR22) e finalmente Cubase Elements 7… non sono ancora riuscita a metterci mano (lavoro, figli, ecc…) ma sono veramente emozionata! So che rispetto a GBand è sicuramente più professionale ma quali sono secondo te le differenze o le similitudini più evidenti? Hai dei consigli da darmi nel passaggio fra l’uno e l’altro? Riesco a copiare o importare delle tracce da GBand su Cubase? Il problema del volume di GBand l’ho riscontrato solo io o è effettivamente una limitazione del programma?
    Ciao, grazie mille e ancora complimenti
    Fre

  5. Susanna Quagliariello |

    Benvenuta!
    Ti consiglierei di partire dalle operazioni più semplici (aprire una traccia, registrare, caricare uno strumento virtuale…) e iniziare subito a sperimentare, senza farti spaventare da tutti i comandi che vedi e che non sai a cosa servono.
    La Guida a Cubase lincata in tutte le pagine di questo sito ti aiuta proprio in questo, partendo da zero (non è pensata espressamente per Elements, ma dovrebbe andar bene).

    L’export da GB: per le tracce audio, basta metterle in Solo uno per una, e poi scegliere dal menu Share > Export song to Disk.
    Per il MIDI è diverso. GB non lo esporta, ma ci sono plugin come midiO che servono proprio per queste evenienze.
    (Se tu avessi Logic Pro sarebbe facile esportare il MIDI: basterebbe aprire un progetto GB con Logic pro ed esportare da lì)

    Non ho mai avuto problemi di volume con GB, ma i fattori possono essere tanti: la scheda audio a cui hai pensato tu, il microfono… :)
    In bocca a lupo!

  6. fren78 |

    Ciao Susanna, grazie per i consigli…
    volevo chiederti un altro paio di cose se è possibile, abbi pazienza ma continuo a fare paragoni con GarageBand visto che è l’unico programma musicale che so usare per ora:

    In GB posso modificare una traccia audio, oltre a tagliare e incollare le regioni, posso spostarne dei frammenti, cambiargli tonalità, ecc…, non come un midi ovviamente, ma è piuttosto utile e intuitivo. C’è la possibilità di fare questo in Cubase? Suppongo di sì, ma non riesco a capire come! Seleziono la regione e trovo solo modifiche come taglia e incolla, ma non alza o abbassa la tonalità, allunga o comprimi la nota, ecc…

    E per creare un loop? Cioè, in GB prendo la regione da un angolo e quando la freccina diventa circolare, mi allungo e la mia traccia viene ripetuta finchè voglio… e con Cubase?

    Forse c’è un capitolo su come modificare le tracce audio, ma a parte quelle MIDI non ho l’ho trovato…

    Scusa se sono tediosa e per la mia terminologia decisamente maccheronica
    Cmq grazie e complimenti ancora per questa fantastica guida
    Fre

  7. Susanna Quagliariello |

    Ciao, ti sei spiegata benissimo :)
    Per le modifiche sull’audio in Cubase fai doppio click sulla traccia. Ti si aprirà una finestra con a sinistra le tab con tutte le funzioni che cerchi per l’analisi e la modifica. Per cambiare tonalità fai riferimento alla tab più in basso, Process. Ci clicchi su, selezioni lo slot Select Process, e da lì scegli Pitch Shift. Dalla finestra di comando che vedrai, scegli di quanto alzare o abbassare la tonalità, cliccando sulla tastiera disegnata.

    So bene che sono processi più lunghi rispetto a quelli di GarageBand ma c’è un ottimo motivo per questa complessità: hai più controllo e ottieni risultati migliori (ad esempio, nella finestra per cambiare tonalità trovi anche una lista di algoritmi da usare a seconda delle tue esigenze: risparmiare risorse del computer, avere la qualità migliore possibile, ecc…).

    Per creare un loop, invece, esiste un modo praticamente identico a quello di GB: selezioni la traccia, premi Alt (o Option) e clicchi sull’angolo a destra in basso della traccia, trascinando verso destra.

    Come hai notato, la guida per adesso è più concentrata sul MIDI, ma è un work in progress a cui aggiungo capitoli un po’ per volta, e sicuramente a breve inizierò a occuparmi più dell’audio!

  8. fren78 |

    Non so come ringraziarti per la disponibilità, la tempestività e il tempo che mi hai dedicato!!! Sopratutto perché probabilmente sarai sempre super impegnata!!!
    Cercherò di non farti perdere più del tempo prezioso, mi metterò d’impegno, promesso e aspetterò con ansia il capitolo sulle tracce audio!
    Grazie grazie grazie
    E buona serata
    Fre

  9. Fabio |

    Ciao volevo delle delucidazioni, ho un ipad mini e volevo sapere se esiste software da usare come lettori midi , praticamente far partire un file midi e il software lo converte in suoni campionati! Grazie se puoi rispondere in privato xché non so ritornare su questa pagina, grazie la mia mail e’ [Cancellato per privacy]

    Oppure inserisci nome e email.
css.php